Cosa conosci della certificazione energetica

Negli ultimi tempi si parla molto di certificazione energetica ma non tutti sono informati in maniera dettagliata su questa procedura,né tantomeno sanno come richiederla.

La certificazione energetica è un documento che attesta le caratteristiche energetiche e i consumi di un edificio, e gli eventuali interventi da realizzare allo scopo di migliorarne le prestazioni energetiche.
In base ai dati emersi dalla certificazione energetica, un cittadino può confrontare le caratteristiche della propria casa con i valori di riferimento previsti dalla legge.

Con un attestato di certificazione energetica alla mano, si possono consultare i principali indicatori di prestazione energetica.
Il primo indicatore è il fabbisogno specifico di energia primaria, un parametro tramite il quale viene attribuita alla casa una specifica classe energetica. Questo valore esprime il fabbisogno energetico per il riscaldamento dell’ambiente, e più è basso migliore sarà la prestazione energetica.

Nella certificazione, tra i vari indicatori, vi è quello relativo al fabbisogno specifico di energia primaria per l’acqua calda. Con tale parametro si evince la quantità di energia necessaria per la produzione di acqua calda sanitaria.
Unitamente a questi fattori di rilevamento, la certificazione energetica riporta eventuali miglioramenti che si possono apportare all’edificio, per ottimizzare le sue prestazioni.

Lo scopo della certificazione energetica è essenzialmente quello di diminuire i consumi energetici comunitari, risparmiare energia e ridurre la quantità di anidride carbonica nell’aria. Tutto ciò avviene secondo precise direttive europee.

Per ottenere tale documentazione basta rivolgersi ad un certificatore energetico professionista, provvisto di attestato riconosciuto dalla regione.
Questa figura professionale raccoglie i dati dell’edificio, analizzando la struttura e gli impianti di riscaldamento, ed elabora dei calcoli esaustivi sulle caratteristiche energetiche.
In Italia ci sono varie aziende o privati che si occupano di svolgere questo servizio. L’importante è accertarsi che la figura tecnica sia ufficialmente riconosciuta.
Avere la certificazione energetica significa anche poter ottenere degli sgravi fiscali, poiché le spese private finalizzate al risparmio di energia globale sono rimborsabili fino al 55%.

I prezzi della certificazione energetica sono variabili, si va dai 300 € per un appartamento ai 500 € per una villetta. Sul web si possono trovare moltissime offerte ma bisogna prestare la massima attenzione, poiché si tratta di una documentazione importante che richiede una certa professionalità.
Il modo migliore per non incappare in brutte sorprese, è quello di richiedere un preventivo, tenendo conto che una buona certificazione energetica non può costare meno di 100€.