La storia del capello originale di Diego Armando Maradona

Chi è l’uomo più venerato dai napoletani?

San Gennaro, ovviamente. Ma subito dopo viene Diego Armando Maradona.

Nonostante tutti suoi eccessi, Diego Armando Maradona occupa ed occuperà per sempre un posto di rilievo nel cuore di tutti i tifosi del Napoli calcio, per saperne di più sul Napoli calcio e i calciatori clicca qui

La città partenopea è piena di murales che lo rappresentano e persino in via San Gregorio Armeno le botteghe dei maestri presepai vendono la statuina con le fattezze del grande calciatore del Napoli.

Ma non solo… nel cuore del centro storico della città vi è un bar, il Bar Nilo, che ha al suo interno una vera e propria edicola votiva contenente il famoso “Capello originale di Maradona”.

Grazie a questa reliquia, il Bar Nilo è diventata una tappa obbligatoria per tutti i tifosi del Napoli calcio.

Molte guide turistiche sulla città di Napoli consigliano di passare da questo bar, che rappresenta in pieno il colorato e singolare spirito della città partenopea. 

All’interno dell’edicola votiva, posizionata dentro il Bar Nilo, vi è un quadretto contenente il capello di Diego Armando Maradona, attorno vi sono alcune foto che rappresentano il più famoso e amato giocatore del Napoli calcio e vi è anche un biglietto su cui è scritta questa frase: “Hai fatto al foto? E mo’ te’ vuò piglià nu cafè?”. E come non farlo?!

Il culto del “Capello originale di Maradona” è nato grazie al proprietario del Bar Nilo, il signor Bruno Alcidi.

Il signor Bruno Alcidi ha avuto la fortuna di trovarsi sullo stesso aereo che presero i giocatori del Napoli calcio al rientro della trasferta che giocarono contro il Milan che si svolse nel febbraio del 1990 (partita che, purtroppo, la squadra del Napoli calcio perse). Quando arrivò il momento di scendere dall’aereo i calciatori del Napoli uscirono prima, poi toccò agli altri passeggeri; il signor Bruno Alcidi che, durante tutto il volo, non aveva fatto altro che ammirare il campione argentino, passando davanti al sedile su cui era stato seduto Diego Armando Maradona notò qualcosa di colore scuro, si avvicinò e vide che sulla parte superiore del sedile era rimasta una ciocca di capelli appartenenti al calciatore. Immediatamente, il signor Bruno Alcidi afferrò quella ciocca di capelli ricci e neri e la custodì gelosamente fino a quando, pochi giorni dopo, espose la preziosa reliquia nel suo Bar.

Grazie al “Capello originale di Maradona” il Bar Nilo è uno dei bar più famosi della città partenopea; molti dei turisti che visitano Napoli fanno visita al suo bar, fotografano il capello e bevono il caffè.Si narra anche che il “Capello originale di Maradona” porti fortuna, infatti molti tifosi del Napoli calcio si recano nel Bar Nilo il giorno che precede le partite più importanti che deve affrontare la squadra. E’ un gesto scaramantico, visto che Diego Armando Maradona ha fatto vincere la squadra in tante occasioni. E si sa, “Essere superstiziosi è da ignoranti ma non esserlo porta male”!