Smartphone xiaomi ultime tendenze

Nel corso degli ultimi anni, gli smartphone cinesi si sono conquistati una consistente fetta di mercato anche in Europa e negli Stati Uniti, e brand fino a non molto tempo fa poco conosciuti propongono oggi dispositivi top gamma che non hanno proprio nulla da invidiare a quelli prodotti dai più noti marchi occidentali.
Il caso più evidente è certamente costituito da Huawei e dal suo sotto-brand Honor, che oggi sfornano smartphone dalle caratteristiche tecniche eccezionali e dall’impeccabile qualità costruttiva, pari, se non addirittura superiori a quelle offerte dai dispositivi dei marchi più gettonati.

Sono sempre più apprezzati, soprattutto qui in Italia, anche gli smartphone Xiaomi, che si distinguono per il loro prezzo particolarmente conveniente pur garantendo ottime prestazioni e massima affidabilità: io, ad esempio, ho recentemente acquistato su internet uno Xiaomi Mi 4 e non posso che ritenermi soddisfatto della mia scelta; si tratta di uno smartphone con display da 5”, robusto ma allo stesso tempo maneggevole e dal design elegantissimo. Non ho mai avuto grossi problemi con la durata della batteria, anche utilizzandolo intensamente, e la fluidità del sistema operativo (Android, ovviamente) è garantita da ben 3Gb di memoria Ram e dal processore Qualcomm Snapdragon da 2,5GHz; impeccabile anche il comparto fotografico, con fotocamere da 8 e 13 Mp che producono immagini di qualità eccellente anche con poca luce.
La stessa Xiaomi offre comunque soluzioni un po’ per tutte le esigenze e per tutte le tasche, dallo Xiaomi Mi 4i (leggermente meno potente ma dal rapporto qualità-prezzo imbattibile) al potentissimo Xiaomi Mi Note Pro, un phablet con display da 5,7” ed addirittura 4Gb di Ram (ma dal prezzo non esattamente ‘low-cost’).
Sembrano dunque sempre più lontani i tempi in cui gli smartphone ‘made in China’ erano identificati come delle pessime repliche dei modelli occidentali, ed oggi ‘cinese’ non è più sinonimo di ‘scadente’.
Certo, effettivamente dalla Cina arrivano anche telefoni-clone dei modelli più popolari in Europa, ma questo fenomeno non ha nulla a che vedere coi prodotti realizzati da Xiaomi, Huawei, Umi e tanti altri serissimi marchi.
In definitiva, consiglio vivamente di prendere in considerazione l’acquisto di uno smartphone cinese, almeno se anche per voi le effettive prestazioni di un telefono sono più importanti della fama dell’azienda che lo produce.